Diorami: realizzazioni in scala di fantasie da modellisti

Diorami di modellismo dinamico,: scena tratta dalla battaglia di Ardenne del 1944. Nel diorama si vedono soldati in uniforme che preparano un agguato.

Alle orecchie di chi non è un modellista, la parola “diorami” suonerà oscura. A meno che questo ascoltatore non sia un architetto, ma questa è un’altra storia.

Secondo il vocabolario, un diorama è una riproduzione in scala di un’ambientazione tridimensionale, realizzata per scopi educativi, architettonici o hobbistici.

In realtà, anche se sembrerà strano, ognuno di noi ha visto almeno un diorama nella sua vita. Ad esempio, il presepe natalizio è proprio un diorama!

Eppure non finisce qui, perché diffusissimi sono anche i diorami che nei musei rappresentano paesaggi con animali inseriti nel loro habitat naturale.

In questo articolo, una volta chiarita la definizione di diorama, parleremo un po’ della loro storia e del loro utilizzo e poi descriveremo i passi principali per realizzarne uno.

La loro storia

Come prima cosa, partiamo da un po’ di storia.

In effetti, i diorami più antichi sono quelli realizzati negli anni 20 del 1800 da Paolo Savi, conservati al museo di storia naturale e del territorio di Calci, in provincia di Pisa. Queste scene rappresentano animali inseriti nel loro ambiente naturale.

Scendendo più nel dettaglio, però, non possiamo parlare di diorami senza citare Louis Daguerre.
È proprio a lui, infatti, che attribuiamo l’invenzione dei diorami nel teatro. Il maestro di Daguerre era infatti un pittore di panorami, scenografie usate a teatro per dare l’idea dell’ambientazione. Così, da questa esperienza, l’artista ebbe l’idea di creare i diorami.

Un diorama era una sala con al centro una piattaforma mobile usata come platea per gli spettatori, circondata da scenografie mobili illustrate. La combinazione tra movimenti e gioco di luci dava un’affascinante illusione di realtà.

Adesso vi starete chiedendo: “Ma come si arriva dal teatro al modellismo?”

Semplice: nel modellismo un diorama funziona come nel teatro o nel museo. Esso fornisce l’ambientazione ai soldatini, ai figurini e alle macchine. I diorami servono a inserire i modelli da collezione su un vero set che ricrea a realtà.

Ci sono, infatti, modellisti che collezionano modelli e miniature di soldatini, caccia bombardieri, treni, automobili d’epoca, carri armati e galeoni di pirati. Dopo, tra questi, ci sono hobbisti che non si accontentano di esporre queste statuette, ma vogliono creare le scenografie in cui inserirle.

Per questo motivo, come i musei per istruire e gli ingegneri per costruire,anche i modellisti usano i diorami.

Diorami e modellismo

I diorami possono raffigurare anche scene tratte da libri o film. Molto gettonato il Signore degli Anelli, per cui si riproducono le gesta di Frodo, Aragorn, Legolas, Gandalf e Gimli.

Si possono costruire diorami che raffigurano praticamente qualsiasi scena.

Si può decidere di costruire una scena che ritrae un momento di calma o una eroica. Puoi ricreare la vita tranquilla di un paesino o il momento di carica di un esercito.

Secondariamente, si può creare una scena reale o una immaginaria.

Per prima cosa, la scena può essere storica, realistica o fantastica. Secondo, può essere tratta dalla cronaca o da libri o film, o essere frutto dell’immaginazione.

Puoi ricreare il set dei conflitti mondiali o di una battaglia navale. Puoi realizzare un diorama dal Signore degli Anelli o da Gundam.

Nel prossimo paragrafo vediamo in dettaglio come fare.

5 trucchi per il diorama perfetto

Per realizzare diorami perfetti bisogna tenere bene a mente questi 5 consigli.

  1. Attenzione alla scala! Un diorama per essere realistico ha bisogno di avere proporzioni reali. Gli oggetti devono essere tutti nella stessa scala per evitare pasticci. Il consiglio è partire da ciò che avete a casa per definire la scala da usare e accordare gli accessori di conseguenza.
  2. Partire da una bozza. Sì, bisogna avere in mente la foto del diorama da realizzare. Comunque realizzare uno schizzo della scena sicuramente vi aiuterà. Come nel punto 1, partite da ciò che avete in casa per avere l’ispirazione.
  3. Posizionare i modellini. Per costruire un diorama con le giuste proporzioni, iniziate posizionando gli oggetti che avete già e continuate ad arredare a partire da quelli.
  4. Procuratevi i materiali. Avete lo schizzo e l’idea ben chiari? Adesso dovete procurarvi i materiali. Come prima, iniziate da quello che avete a casa. Poi, recatevi nei negozi di fiducia e acquistate ciò che vi manca.
  5. Tenete con voi gli attrezzi. Non pensate subito a chissà cosa, iniziate da un taglierino, semplice colla e dei pennarelli. In seguito potrete comprare altro se vi servirà.

Facciamo una piccola parentesi sui materiali.

Primo: usate ciò che avete con creatività! Secondo: non scoraggiatevi se non esce fuori ciò che volevate.

Per i diorami servono molti materiali, erba, terra, pietrisco, in primis. In secondo luogo, però, servono anche materiali da costruzione. Ad esempio potete usare gesso, das, polistirolo, compensato e truciolato.

Vi lasciamo qui un esempio di un diorama di una città in polistirolo.

Insomma, la parola chiave nella costruzione dei diorami è CREATIVITÀ! Quindi scatenate la fantasia e… buon modellismo a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.